Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per una corretta navigazione. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Informativa

Stemma del comune

Lo stemma di Gesico è formato da tre componenti principali:
1. La corona nella parte superiore;
2. Due spighe di grano divise da una striscia blu;
3. I ramoscelli di vite e di ulivo;

1) La corona è quella del giudicato di Arborea ( I Giudicati sardi erano entità statuali autonome che ebbero potere in Sardegna fra il IX ed il XV secolo e del tutto diverse dalla forma feudale vigente nell'Europa medievale, più prossime a quelle tipiche dell'esperienza bizantina) e rappresenta il periodo in cui una parte di Gesico era sotto il controllo del giudicato.

2) Le spighe rappresentano le due parti in cui il paese era diviso qualche secolo fa. La spiga più grande rappresenta la parte più "sviluppata" del paese, detta "Gesigu Mannu", mentre quella piccola rappresenta la parte più piccola di Gesico,"Gesigheddu" o "Gesigu Pitticcu". La striscia che le separa rappresenta invece un fiume che divideva nelle due parti il paese, coperto oggi da un ponte chiamato "ponti de mesu idda".

3) I ramoscelli di vite e ulivo rappresentano quell' economia agricola che è stata e che è caratteristica di Gesico fin dal medioevo: la vite e l'ulivo.



Lo Statuto Comunale stabilisce...

Il Comune negli atti e nel sigillo si identifica con il nome "Gesico", con lo stemma, unitamente al gonfalone, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica del 03.02.1998. Nelle cerimonie e nelle altre pubbliche ricorrenze, accompagnato dal Sindaco o da chi legalmente lo rappresenta, si puo' esibire il gonfalone comunale nella foggia autorizzata. L'uso e la riproduzione di tali simboli per fini non istituzionali devono essere preventivamente autorizzati, secondo quanto stabilito nell'apposito Regolamento. La comunita' comunale riconosce Santa Giusta quale propria patrona. Il 14 maggio, festivita' del Santo patrono, e' giorno festivo.